Quando scatta il salvavita, cosa dobbiamo fare?

Punto Luce Blog: la tua guida al materiale elettrico ed elettronico

4 commenti /
Punto Luce /
22 Dicembre 2015

Il salvavita, nome comune che indica l’interruttore magnetico differenziale, è un elemento indispensabile nell’impianto elettrico domestico: anzi, secondo l’ultima norma, la CEI 24-8 nella variante v3, stabilisce che debbano essere almeno due.
Il salvavita protegge l’impianto elettrico, l’elettrodomestico e, soprattutto, le persone: ecco perché è così importante. A volte il salvavita scatta: i motivi possono essere diversi, ma di sicuro quando succede non bisogna far finta di niente e indagare sulle cause che l’hanno provocato.

Abbiamo già parlato del salvavita in generale, ora capiamo per quali motivi scatta il salvavita e cosa dobbiamo fare quando succede.

Perché scatta il salvavita

Quando scatta, il salvavita interrompe il flusso di energia elettrica e toglie la corrente a tutta la casa. Questo succede per diversi motivi. Quando un elettrodomestico disperde corrente verso la massa, il salvavita interviene prima che qualcuno entri a contatto con l’elettrodomestico in dispersione e resti fulminato. Il salvavita stacca la corrente anche quando si verifica un cortocircuito, magari a causa di un elettrodomestico guasto, e se c’è un sovraccarico di energia elettrica, dovuto all’utilizzo di più elettrodomestici, e infine in casi di sbalzi di corrente.

Ovviamente, tutto questo è valido se il salvavita è perfettamente funzionante: per esserne certi, basta testarlo una volta al mese premendo il tasto T presente nel quadro elettrico.

Cosa dobbiamo fare quando scatta il salvavita

Se il salvavita scatta, vuol dire che c’è un problema all’impianto elettrico o a un elettrodomestico. Per prima cosa, bisogna controllare uno per uno i dispositivi connessi alla corrente elettrica e verificare che non ci siano guasti visibili. Se c’è puzza di bruciato o qualcosa che non vi convince, chiamate subito un elettricista.
Se non ci sono guasti evidenti, con molta prudenza si possono staccare tutti gli elettrodomestici e riattaccarli alla prese uno alla volta per individuare quale stia causando problemi e sostituirlo.

Il problema persiste? La causa potrebbero essere i punti luce, esterni e interni: occorre allora verificare che non ci siano lampadine fulminate oppure che i portalampada non siano guasti.

Se la causa non sono né gli elettrodomestici né i punti luce, il problema potrebbe essere un cavo elettrico o uno dei componenti dei quadri elettrici. In questo caso, vietato il fai-da-te: bisogna chiamare un elettricista e lasciare che sia lui a risolvere il problema.

Se scatta durante un temporale, vuol dire che un fulmine è caduto vicino alle linee ad alta tensione, causando uno sbalzo di tensione: in questo caso, possiamo fare poco se non far installare gli scaricatori (SPD), che proteggono l’impianto da questi fenomeni.

In tutti i casi, prima di sollevare l’interruttore per ripristinare la corrente elettrica, è importante, anzi vitale, assicurarsi che non ci siano dispersioni elettriche, pericolosissime: affidarsi a un professionista è sempre la soluzione migliore, per salvaguardare il funzionamento dell’impianto elettrico e per la tutela della nostra salute.

Non dimentichiamo neppure la manutenzione periodica dell’impianto elettrico: un salvavita ben funzionante è una garanzia per chi vive in casa e per tutti i dispositivi elettrici.

Nel nostro store potete trovare tutto il materiale per quadri elettrici  necessario per realizzare un impianto elettrico affidabile e durevole.


Warning: sprintf(): Too few arguments in /var/www/vhosts/puntoluce.net/httpdocs/comefare/wp-includes/link-template.php on line 2739

4 commenti su “Quando scatta il salvavita, cosa dobbiamo fare?”

  1. Vorrei chiedere se possibile come capire il perché il salvavita scatta ogni tre oppure quattro giorni lo rialzo e funziona tutto. Grazie

  2. Il problema indicato sopra fa pensare a disturbi sulla rete elettrica che spesso si risolvono installando un differenziale di TIPO A.
    Al seguente link troverai tutti i modelli di tipo A.
    Visualizza qui tutti i modelli

    A conferma di quanto indicato il difetto dovrebbe avvenire prevalentemente nelle prime ore del mattino.

  3. Mario Di Girolamo

    Nel mio impianto elettrico ci sono tre salvavita , uno per ogni piano . se si toglie la corrente di rete al ripristino della stessa il salvavita del secondo piano scatta e toglie la corrente a tutto il piano mentre gli alti due restano inseriti. Se in quel periodo non sono in casa è un macello per i frigoriferi e per il sistema di allarme. Sono venuti un paio di elettricisti ma non hanno risolto il problema. Cosa fare ? Ho già installato un differenziale di tipo A di 25 A .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Punto Luce: gli esperti del materiale elettrico

Devi acquistare del materiale elettrico per casa o ufficio? Affidati all'esperienza e alla competenza di Puntoluce. Non solo vendita, ma anche assistenza e consulenza alla scelta migliore per i tuoi ambienti. Dagli elettrodomestici alle serie civili, dall'illuminazione alla videosorveglianza, tutto ciò di cui hai bisogno lo trovi sullo Shop online di Puntoluce!

Visita il nostro negozio

Punto Luce di Melchioni Stefano | Via Porrettana, 294 (non aperto al pubblico ) 40037 Bologna

Azienda iscritta al Registro Ditte presso CCIAA di Bologna al n. 341779 e al Registro Esercenti il Commercio presso CCIAA di Bologna - Partita IVA IT01515541207 C.F. MLCSFN68A14A944Q

Copyright © 2020 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - LE IMMAGINI E I MARCHI APPARTENGONO AI LEGITTIMI PROPRIETARI